Benedetta Mariotti

WtF*ck & Smile Industry - Blog

uluwatu___gysea_swimwear_1.jpg

Uluwatu: la spiaggia dei surfisti e un costume intero

Uluwatu: la spiaggia dei surfisti e un costume intero. Ciao a tutti! Nuova settimana e nuovo appuntamento della mia Indonesia Travel Guide! Da questa settimana in poi vi parlo di Bali e non potrei esserne più entusiasta: moneta, clima, trasporti, beach club, surf spot, ma soprattutto sto preparando un'intero articolo per consigliarvi dove andare a mangiare visto che ho avuto la possibilità di provare tantissimi posti.

Bali ci ha letteralmente stregato, immaginate un'isola talmente bella che sembra quasi finta. Un'isola dove potete fare la vacanza che vi è più congeniale: che voi siate coppie, gruppi di amici, gruppi di surfisti o viaggiatori solitari l'isola saprà sempre da offrirvi tantissimo! Noi abbiamo scelto di alloggiare a Seminyak, nella zona sud-ovest dell'isola, a soli 10 minuti dal mare. Una zona che ci è sembrata subito super figa, piena di negozietti e locali dove poter mangiare, bere e ballare. Alloggiare a Bali è una questione di gusti, ci sono alloggi per tutte le tasche, noi abbiamo pernottato all'Hotel Santika Seminyak al prezzo di 100€ per 7 notti, niente male, no?!

Muoversi a Bali richiede un piccolo capitolo a sé. Ci sono diverse opzioni di trasporto: il motorino, economico, comodo e veloce, l'unico neo è che l'isola è letteralmente invasa dai motorini e la guida è a destra, quindi se non vi sentite abbastanza confident nel guidarlo, meglio evitare. Seconda opzione, quella scelta da noi è stato niente meno che Uber! Sì, avete letto bene, ho detto proprio Uber, l'app di trasporto pubblico così contestata in Italia, ma che si è rivelata sempre la migliore scelta all'estero! Considerate che prendendo sempre 4 uber il giorno per 7 notti abbiamo speso solo 20€ a testa, una cifra talmente irrisoria che viene da non crederci. Unico neo è che Uber non può arrivare dappertutto, ossia, ci si può viaggiare nelle zone di Kuta, Canguu, Seminyak e Denpasar senza problemi, ma per andare verso Uluwatu e Ubud riesci quasi sempre a fartici portare, ma dovrai ricorrere ai taxi local per tornare indietro. Anche a Bali vi è una specie di guerriglia intestina e per cui ogni zona ci sono i propri "tassisti locali" che non sempre gradiscono i concorrenti.

In effetti la storia su come siamo arrivate ad Uluwatu è abbastanza divertente ed è iniziata con un uber rockettaro pagato esattamente 9€ per fare 46km e finito con me e la mia amica alla disperata ricerca di un mezzo di trasporto per tornare indietro alle 2 di notte! Uluwatu è super conosciuta per essere il principale spot per surfisti esperti e non, garantisce onde alte tutto l'anno, acqua cristallina e una vista mozzafiato che si può godere da uno dei bar tipici che si incontrano scendendo la miriade di scale e vicoli che conducono alla spiaggia. La cosa che più mi ha affascinato è stato lo spettacolo della marea: di mattina inonda la caverna di accesso alla spiaggia, mentre verso l'ora di pranzo si ritira lasciando scoperto il passaggio segreto. Dall'alto, quello che era mare in tempesta e onde altissime si trasforma in miriade di specchi d'acqua a pelo del reef roccioso. Bellissimo!
Niente di meglio per rinnovare il mio costume intero con stampa tropicale preso su Gypsea Swimwear :D
un bacio,
Benedetta Uluwatu___Gypsea_Swimwear_2.JPG
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_3.JPG
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_4.JPG
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_5.jpg
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_8.JPG
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_7.JPG
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_9.JPG
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_11.JPG
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_10.JPG
Uluwatu___Gypsea_Swimwear_12.JPG


Commenti

Nuovo commento




Benedetta Mariotti © 2017
Via Dell'Angiolo, 18. 51016
Montecatini Terme (PT) | Cell. +39.3297489400